top of page

Al di là della logica e delle emozioni



È da un bel po' che non scrivo ma oggi 14/12/2022 sono stata ispirata dalla nascita della nuova Equilibrium E122 del sistema Aura-soma: Poseidone, magenta brillante su verde lime.


L'organismo umano a livello essenziale è un complesso di frequenze elettromagnetiche.

La fisica, l'energia governa la biochimica, la materia. Ogni disturbo all'origine è un effetto di distorsione del campo elettromagnetico che regola le reazioni chimiche e cellulari del corpo. Mio campo di interesse occupandomi di medicina preventiva.

I colori portano frequenze specifiche la cui combinazione è specchio delle dinamiche dietro le vicende che come umanità stiamo vivendo e anche quelle di cui abbiamo più bisogno, proprio perché ne stiamo utilizzando di più.


Siamo negli anni conclusivi (questo e soprattutto il prossimo 2023) di un processo di purificazione emozionale e di credenze mentali profondissima, che riguarda il nostro vissuto animico non solo di questa ma di tutte le nostre vite, impresse nel nostro corpo fisico a livello della memoria cellulare, contenuta del DNA e nell'acqua.

Ripulire significa lasciar andare gli schemi di credenza e il corpo di dolore per liberare talenti e saggezza, il cosiddetto oro interiore, rivelando chi siamo in realtà.


Diventare sé stessi.. ma non lo siamo già?

No. Siamo quello che la nostra famiglia, società, cultura hanno voluto che fossimo per appartenenza o ribellione. Siamo separati dalla nostra essenza perché è troppo doloroso essere noi stessi.

Il trauma non sono le vicende accadute ma ciò che è successo dentro di noi come risultato di ciò che è accaduto. La mente subconscia traumatizzata costringe l'esterno (altri, ecc.) a mettere in scena il copione spaventoso che ci portiamo dentro, con qualche tregua qua e là. Il trauma ha bisogno di essere rilasciato per cambiare copione e il momento è adesso.

La guarigione accade avendo il coraggio di confrontarsi con la verità dentro di sè. Riconoscere, risentire il dolore del passato e decidere che non è più lui a dettare ciò che si fa o si provi. Possiamo continuare a scappare ma la sofferenza ce la portiamo ovunque e con chiunque.


Il nostro corpo fisico è una fucina di trasmutazione, non siamo impotenti ma possiamo scegliere di trasformare ciò che abbiamo dentro: la pesantezza in leggerezza, il piombo in oro. ll magenta brillante, prima volta che compare, suggerisce che nonostante non sia semplice, siamo guidati, e che il carburante è l'Amore. E' il colore associato all'anima e all'Amore incondizionato, alla compassione che è il balsamo che guarisce tutte le ferite.

Per farlo come suggerisce il verde-lime della frazione inferiore dell'Equilibrium, tocca attraversare un processo molto intenso nel lasciar andare l'accumulo di tossine emotive accumulate nel cuore, che si presentano come pensieri ossessivi e scoppi emozionali, per ritrovare la gioia di vivere ed il gusto della vita. Esattamente come il processo di macerazione che rende le olive dure e amare, olio fluido e dolce.


Questa Equilibrium parla di smascheramento di chi siamo davvero. Porta all' autenticità, integrità e purezza. Alla capacità di scegliere né sotto il controllo dei dubbi della logica né spostati dalle tempeste emozionali, ma, osservatori e non succubi di tali processi, centrati in chi siamo per riprendere finalmente in mano la nostra vita:


"Il più delle volte il ragionamento non è razionale perché entrano in gioco le emozioni, mentre l'intuizione non è soggetta a tale interferenza e quindi è più affidabile." H.Y. Lee


Intuizione e ispirazione sono la nostra Terza Via.

Il Tridente di Poseidone, re delle acque e degli abissi emozionali, è il simbolo dell'integrazione tra mente, emozioni e cuore; dell'io e te che crea un noi; dell'equilibrio armonico tra dimensione spirituale e materiale; tra Madre, Padre e Figlio interni; tra anima, Sè e personalità; tra mente coscia, subconscia e superconscia.

Esso richiama anche il simbolo della psicologia la 23esima lettera greca PSI, la somma del numero dell'Equilibrium 122/23/5, il prossimo anno 2023.. 23 in numerologia è la mente che entra nel sentire, il prendersi la responsabilità delle proprie emozioni, sofferenza, senza proiettarle sugli altri, il prossimo anno tutti saremo chiamati a sentire le maree interiori che smuovono le dinamiche esistenziali.

Più grande è il trauma più sentire fa paura perché equivale a morire, si perdono i riferimenti ma è solo entrando in relazione con la morte, l'oscurità che è possibile sentire la gioia e la Vita. Muore la credenza mentale connessa all'emozione cristallizzata creata dal trauma.

La sfida è nella relazione con noi stessi e l'altro, che non è qui per renderci felici ma per aiutarci ad evolvere. Tradotto significa la delusione di tutte le aspettative e paradossalmente è proprio sgravando l'altro di questo peso che anche le bellezza insita nella relazione può fiorire. Vedere l'altro e sè stess@ nudo, vero, umano, fatto di forza e fragilità, limiti, ben lontano dell'illusione del "sempre felici e contenti" ma come la sfida evolutiva di questa vita: amare e amarsi per quello che si è, accettando dolori e gioie.

Si può fuggire o crescere insieme.

La paura dell'altro o il coraggio di rischiare di passare dall'io contro te, all'io e te nonostante sia qualcosa di totalmente inaspettato e fuori controllo.


Questo momento storico di cui la nuova Equilibrium mi ha dato occasione di parlare è un'opportunità per ritrovare noi stessi, la nostra origine, la nostra integrità.


Il contatto con l'acqua in qualsiasi forma è fondamentale in questo periodo e per tutto il prossimo anno. Per il resto i suggerimenti pratici sono personalizzati in base alla propria situazione individuale che si può approfondire in una consulenza per cui sono a disposizione.

Spero che quanto scritto sia in qualche modo utile e d'ispirazione.

La teoria per me è molto chiara, ma sono umana e sono a scuola anch'io :)


Con amore,


dr.ssa Alessandra Bruno

0 commenti

Post recenti

Mostra tutti
bottom of page