Significato energetico dell'Autunno: il ritorno all'essenziale


significato energetico autunno, arancione, lasciar andare, essenziale, tristezza, interiorità, persephone, aura-soma, human design, medicina tradizionale cinese, metallo, polmone

Il tempo attualmente è scandito dal calendario che ci ha fatto perdere la connessione con i ritmi della natura. Lo stesso termine calendario ha infatti poco a che fare con essa ma deriva dal latino "calendae" che nell’antica Roma identificava il primo giorno del mese, deputato ai pagamenti, quindi il calendario era lo scadenzario degli impegni, il registro delle tasse in cui venivano segnati i debiti da onorare. Venne istituito da Giulio Cesare nel 46 a.C. e riformato nel 1582 da papa Gregorio XIII che cancellò 10 giorni dal 5 al 15 ottobre. Rimane il fatto che lo scandire dell'anno con il calendario gregoriano porta con sé la concezione del tempo come denaro e dell'uomo che "deve lavorare con il sudore della fronte” per restituire un debito mai soluto. Almeno finché viene accettato tale costrutto illusorio e contro natura -dove in realtà vige la legge dell'abbondanza e le risorse sono illimitate.


La Ruota dell'anno della cultura pagana segna lo scorrere del tempo secondo natura, i cui ritmi sono ciclici. Ogni anno rappresenta un cerchio facente parte di una spirale ed 8 celebrazioni segnano il passaggio tra una fase e l'altra. L'equinozio d'autunno corrisponde a Mabon, legato agli antichi misteri Eleusini e alla discesa di Persefone/Proserpina negli inferi. Il mito riporta diverse varianti, quella che mi risuona di più è che Persefone in principio costretta nel regno dei morti dal rapimento da parte del re degli inferi Plutone/Ade, innamoratosi di lei, poi abbia scelto per sua volontà di restarvi, trascorrendo metà dell'anno nel "mondo di sotto" con il suo sposo, l'altra in superficie in compagnia della madre, la dea Demetra/Cerere.


Metafora del richiamo che sentiamo tutti più o meno consapevolmente a contattare le nostre profondità interiori. All'inizio ci spaventano, per paura di ciò che non conosciamo, di cosa vi troveremo, di non saperlo gestire, di perdere il controllo, di non poter più riemergere.. tuttavia una volta avuto il coraggio di scendere accade una sorta di iniziazione: visto e accettato il mostro scopriamo che il nostro Plutone non è così male, anzi diventa un bisogno andare dentro, concedersi il tempo di stare in profondità. Esiste anche una morte in vita, che conduce similmente alla rinascita, perché comporta il volgersi dell'anima al proprio interno. Lasciandoci andare all'abisso, l'anima si rinnova perché torna innocente, alla sua essenza primordiale. Le radici della nostra forza sono nell'invisibile, per cui abbiamo bisogno di farvi ritorno. Come ci insegna Persefone, è tornando periodicamente nel nostro "mondo di sotto" che diveniamo sovrani di noi stessi anche nel nostro regno in superficie. Come ogni sera, stanchi, ci lasciamo andare al sonno per rinnovare la nostra energia, così ogni anno le stagioni dell'autunno e dell'inverno ci richiedono di tornare dentro, all'essenziale.


L'aumento delle ore di buio ci accompagna in questo movimento introspettivo, per cui è naturale avere meno voglia di star fuori e sentirsi anche un pò tristi e malinconici. La vita è cambiamento e ora siamo nel momento crepuscolare dell'anno.

In medicina tradizionale cinese tale stagione infatti è legata all'elemento metallo e nel corpo umano a polmone, colon e sistema difesa. L' emozione corrispondente è la tristezza. Questo spiega la maggiore vulnerabilità ai disturbi alle vie respiratorie ed a tale sentire. Anche nel sistema Human Design in questa stagione sono interessati il sistema immunitario, deputato alla difesa dell'organismo, e la consapevolezza del corpo. Lo sfondo energetico ci stimola a radicarci nell'adesso attraverso il nostro strumento che è il corpo, sentendo le paure accumulate durante l'anno in alcuni casi cristallizzatesi sotto forma di sintomi fisici: il sistema immunitario è attivato proprio per pulire, purificarci e questo può manifestarsi attraverso squilibri soprattutto a carico di polmoni e grosso intestino. La paura più sollecitata è quella del futuro e la chiave per superarla è proprio essere presenti nel corpo e quindi nell'adesso. Da questo spazio siamo chiamati a riconoscere gli schemi di comportamento, le abitudini disfunzionali e correggerli con nuove soluzioni creative che ci portano maggiore benessere. Fare un bilancio, ringraziare per ciò che abbiamo raccolto e imparato; fare ordine e lasciar andare i compromessi, le dipendenze, liberarci di ciò che ci pesa e non ci risuona più a tutti i livelli: pensieri, credenze, abitudini, oggetti, rapporti..


La sfida è nella relazione: in primis con noi stessi e il nostro corpo che si riflette nei rapporti con l'altro e l'esterno. Importante ricordare che la correzione è sempre verso uno schema, NON è mai personale..altrimenti rischiamo di bloccarci nel giudizio e nella (auto-)critica.

La natura ci suggerisce di permetterci di perdere le foglie secche e avere il coraggio di stare nudi per un pò, coerenti con noi stessi, da soli con ciò che resta che è l'essenziale e con la fiducia che ogni fine è presupposto inevitabile di una rinascita. Non a caso il colore predominante di tale periodo in natura è l'arancione che nel sistema Aura-soma (il sapere è uno a prescindere dai modi con cui viene letto) rappresenta proprio la liberazione dalle energie del passato, per lasciare spazio ad una nuova consapevolezza che porta chiarezza nel momento presente attraverso l'intuito.


Nella Ruota dell'anno questo periodo è anche l'ultima fase prima del Capodanno (fu un'imposizione arbitraria di Giulio Cesare stabilire che fosse il 1° gennaio) festeggiato sempre in autunno tra il 31 ottobre e l'1 novembre con Samhain, a conferma che è nel buio, nell'oscurità che si piantano i semi del nuovo che si manifesterà con la fioritura in primavera.

La natura ci insegna che la fine contiene già il seme del nuovo inizio.


Alessandra Bruno


Grazie a chi ha avuto la pazienza di leggermi fin qui :)

Se questo articolo è stato per te d'ispirazione, è un piacere per me se lo condividi.


Se senti di portare più consapevolezza su ciò che stai vivendo, sul significato energetico di squilibri psico-fisici o ti trovi in un momento di crisi o di passaggio, sono a disposizione per consulenze e percorsi individuali sia in presenza che online.

113 visualizzazioni0 commenti

Post recenti

Mostra tutti